Dal 1972 la Scuola Agazzi opera nella città di Vibo Valentia, consapevole del suo ruolo educativo e della responsabilità che si assume investendosi di tale importante figura sociale.

Lo stimolo che contraddistingue i suoi intenti educativi è motivato dalla consapevolezza che il compito fondamentale dell´educazione debba andare sempre al di là della pura e semplice riproduzione dei modelli sociali che rispecchia ed ai quali si ispira. La più grande possibilità che la Scuola Agazzi realizza per i suoi allievi consiste nell´essere strumento di continuazione con la tradizione educativa passata, affiancando a questo l´intento educativo dell´innovazione e del progresso continui. Tutto questo è frutto di una profonda riflessione pedagogica, che nel corso degli anni è stata, ed è, portata avanti da quanti operano e si impegnano nella scuola. Gli ambienti e gli spazi suddivisi su tre piani (seminterrato, pianoterra e primo piano) sono stati, infatti, pensati e realizzati per essere a misura dei bambini che la scuola ospita, per soddisfare al meglio ogni loro esigenza di crescita e di sviluppo; tutto ciò anche attraverso personale specializzato e motivato che permette di sfruttarne in pieno le potenzialità e le risorse disponibili.

Perché sia concretamente e pienamente realizzabile l´obiettivo istituzionale della Scuola Agazzi, ... l´educazione dell´alunno deve svilupparsi a contatto con la realtà perché le facoltà intellettuali, morali, sociali ed affettive possono esercitarsi solo col tirocinio in mezzo ai propri simili; questa educazione deve iniziarsi sin dall´infanzia e procedere gradualmente secondo il ritmo naturale del processo evolutivo, attraverso le esperienze, l´esplorazione dell´ambiente che lo circonda, in modo che l´alunno possa raccogliere dati e rifletta, ponga domande e capisca la diversità tra sé e il mondo esterno in modo che la sua crescita avvenga armonicamente. Oggi la scuola deve essere un centro di ricerca per nuove soluzioni didattiche.

Essa offre un pacchetto di insegnamenti mirati ai bisogni formativi degli alunni, un ambiente che ripropone le esperienze domestiche e sociali in modo che il discente non subisca interruzioni o traumi nel passaggio dall´ambiente familiare a quello scolastico, vivendo in socievolezza con i compagni, imparando a sentire il valore dell´aiuto reciproco, il rispetto di tutto ciò che lo circonda: egli deve essere, insomma, membro attivo della grande "famiglia dei bambini". L´educatrice/insegnante deve farsi carico della responsabilità e del proprio insegnamento realizzando interventi a favore dell´apprendimento e promuovere negli alunni la collaborazione e la capacità di affrontare i problemi in modo che essi possano inserirsi nel mondo come persone autonome e attive (PEI, - Criteri educativi).